Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 29 mar 2023, 5:11



Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
 Valori di att\dif su D12 differenziati per nazione 
Autore Messaggio
Heavy Tank [ADMIN]
Heavy Tank [ADMIN]
Avatar utente

Iscritto il: 22 feb 2011, 20:45
Messaggi: 1628
Località: Benevento
Messaggio Re: Valori di att\dif su D12 differenziati per nazione
Perdonatemi ma stiamo andando fuori fuoco secondo me.
Si devono descrivere le unità in modo più astratto. Mi spiego meglio, gli UK come caccia avevano sia lo Hurricane che lo Spitfire, poi hanno provato con Typhoon e Tempest. Il solo Spitfire, inoltre, ha avuto due decine di versioni, ad occhio e croce e tra uno Spitfire Ia e lo Spitfire XIV c'è una bella differenza.
Per cui io credo che ci debba dare un colpo al cerchio del realismo e della storicità ed uno alla botte della giocabilità.

Si dovrebbe ipotizzare un criterio di costo delle unità (as esempio prendendo i valori di attacco, difesa e movimento e sommandoli). Poi si potrebbero definire delle "fasce" per le unità ed assegnare ad una nazione la fascia più consona.
Esempio: consideriamo un tank con i D6, ATT 3, DEF 3, MOV 2 quindi 8 punti, per un TANK medio.
Un tank di livello superiore, quindi, dovrebbe avere 10 punti, mentre uno di livello inferiore dovrebbe averne 6.
Ora a chi vanno tali tank alle nazioni che hanno, sicuramente, espresso i mezzi migliori, ma anche la disciplina di impiego più adeguata. In tal senso ci sta che i tank italiani e giapponesi siano di fascia bassa. Non solo erano deboli ma erano anche usati male.
Dovremmo fare dei ragionamenti analoghi, sintetici, da usare come linee guida per la definizione delle statistiche delle unità. Poi.. l'appetito vien mangiando e potremmo anche differenziare le unità e introdurre miglioramenti delle statistiche.
Costo

_________________
Essenzialmente ci sono solo tre regole nel campo militare: se è possibile attaccare si attacca; altrimenti ci si difende; se non è possibile nemmeno difendersi, si fugge.
Oltre queste tre regole esiste solo la morte.
(Tran Hung Dao)

Articolo: matematica dei combattimenti in A&A
Articolo: Combinazione di parametri
8-) Romulus 8-)


27 apr 2012, 1:08
Profilo
Aircraft Carrier
Aircraft Carrier
Avatar utente

Iscritto il: 28 feb 2011, 22:30
Messaggi: 1628
Località: Brescia
Messaggio Re: Valori di att\dif su D12 differenziati per nazione
Sì, hai ragione... ora mi metto una foto dei KISS sul monitor come promemoria :lol: (spiegazione rapida: KISS, oltre al gruppo omonimo, è una filosofia di sviluppo di giochi ma anche altro, e KISS significa semplicemente Keep It Simple Stupid. La mia mente malata una notocina KISS manco la considera, vede lo sbrilluccichio della rugiada mattutina sulla torretta del panzer... invece la foto dei kiss mi dico... eccheèstaroba? e associo ;) O almeno spero :P ) Io a volte mi faccio prendere e parto per la tangente :oops:

In effetti la tua idea è semplice ma molto efficace. Mi resta sempre un po' il problema di affibbiare dei valori corretti alle varie unità, ma abbinare la somma dei valori al costo è ottima, e rispecchia effettivamente tutti gli aspetti, pur mantenendoli astratti.

Io in effetti ero partito un po' già lanciato sul sistema più complesso, ma è meglio (decisamente) che rivedo il tutto, magari sempre su scala D12. Unico dubbio se tenere la differenziazione per l'aspetto aereo. Nella mia visione di combattimento, l'aeronautica avrà un ruolo importante ma di supporto (importante per avere un bonus rispetto al nemico)

Però così cosa succede? Abbiamo l'italia e il jap che hanno sì tank miserrimi, ma possono decidere di schierarne una valanga, rispetto invece al tedesco, che per schierarne un buon numero, deve svenarsi. Quello che non prendiamo in considerazione quì, è lo sforzo produttivo richiesto. Piazzare 100 tank tedeschi costava sicuramente di più che piazzarne 100 italiani, a livello di materiali, manodopera, equipaggi, ecc ecc. Però, la germania piazzare 100 tank gli veniva da ridere (beh, i primi tempi almeno) l'italia anche gli veniva da ridere, per il fatto che pensava fosse uno scherzo :lol: Poi smetteva :roll:

Per l'aspetto produttivo, volevo rappresentare le difficoltà produttive di certe nazioni appunto introducendo un costo fisso comune per unità, cioè i carri costeranno a tutti la stessa cifra, ma avranno entrate diverse (ovviamente) e quindi rappresentrebbe lo sforzo produttivo in scala alla propria industria. Cioè, se per esempio la Germania incamera, che so.. 50 per turno e un tank costa (fisso per tutte le nazioni) 8, ne può piazzare massimo 6, e sono ottimi tank, e ovviamente sarà tentata di costruirli per sfruttare la loro qualità. Tuttavia, sappiamo benissimo che a parte certe strategie particolari, è meglio puntare su fanterie e supporto. Inoltre, ci sarà anche la parte navale che non sarà possibile trascurare (è possibile e consigliabile adesso perchè i sub sono morti e immobilizzati nel baltico dopo pochi turni, ma se si cambia questo aspetto per rallentare e "congelare\rallentare" l'inghilterra, cambia tutto direi... ) Insomma, la Germania potrebbe schierare 2 divisioni corazzate e usare il resto per quello che serve (è un esempio)

Vediamo invece l'Italia, che incamera magari un magro 15, e per cui schierare una divisione corazzata è molto impegnativo, costandogli sempre 8, ma fornendo fra l'altro un prodotto decisamente inferiore, oltre che a quello alemanno, anche a quello degli avversari. E quindi cosa farà l'italiano saggio? Investirà in altro, probabilmente in marina, o in altri pezzi che gli danno un tornaconto migliore rispetto ai soldi investiti (cosa non è dato saperlo, nemmeno a me per ora :lol: )

Oppure si dovrebbe introdurre un limite produttivo per territorio\unità (non esiste al mondo che l'italiano mi piazza un IC in Etiopia e mi sforna una BB. Lo so che non si può, è un esempio buttato lì :P ) Però è un po' più complicato, richiede un promemoria per ogni eventuale territorio possibile. Di pro c'è che avremmo una produzione quasi storicizzata e risolveremmo un sacco di problemi di "sbilanciamento storico", favorendo, anzi forzando in buona parte, l'evoluzione strategica (e questo è il contro) Non è il massimo in effetti, ma nemmeno lasciare la libertà produttiva che c'è adesso aiuta molto, anzi. Servirebbe una via di mezzo. Lavorando sugli introiti\ON per bilanciare la produzione a livello nazionale, ma lasciando comune lo sforzo industriale necessario a piazzare una data unità, possiamo modellare la produzione, fornendo incentivi o disincentivi su base storica, speranzosamente permettendo un'evoluzione semi-storica a livello economico-produttivo.

Ditemi se ho perso qualcosa nel ragionamento, sono un po' stanco oggi. Forse sono stato un po' criptico :P

_________________
De inimico non loquaris sed cogites.


27 apr 2012, 22:14
Profilo
Heavy Tank [ADMIN]
Heavy Tank [ADMIN]
Avatar utente

Iscritto il: 22 feb 2011, 20:45
Messaggi: 1628
Località: Benevento
Messaggio Re: Valori di att\dif su D12 differenziati per nazione
Non ti sei perso niente e il principio KISS impera anche nella programmazione giusto per citarlo ancora!

Io direi di procedere per step, cominciamo come prima cosa a buttare giù una prima versione D12 delle unità, fosse pure la semplice conversione moltiplicando per 2 i valori di combattimenti D6. Poi si potrebbero inserire le fasce e fare un po' di prove.

Per la questione produzione eccetera sono d'accordo con te, occorre porre un freno alla proliferazione indiscriminata di IC, quelli originali devono bastare. Potremmo tararli a partire dalle produzioni reali e lì dovrei avere qualche dato disponibile da qualche parte (su pc e su libri) devo recuperarli!

_________________
Essenzialmente ci sono solo tre regole nel campo militare: se è possibile attaccare si attacca; altrimenti ci si difende; se non è possibile nemmeno difendersi, si fugge.
Oltre queste tre regole esiste solo la morte.
(Tran Hung Dao)

Articolo: matematica dei combattimenti in A&A
Articolo: Combinazione di parametri
8-) Romulus 8-)


30 apr 2012, 10:24
Profilo
Aircraft Carrier
Aircraft Carrier
Avatar utente

Iscritto il: 28 feb 2011, 22:30
Messaggi: 1628
Località: Brescia
Messaggio Re: Valori di att\dif su D12 differenziati per nazione
Attenzione però, perchè se li storicizziamo troppo l'italia possiamo quasi non includerla, almeno nella parte produttiva. Non siamo nemmeno a un rapporto 1/10 con le altre nazioni. Per esempio varare una qualsiasi nave maggiore sarebbe "quantomeno problematico"

Anche se non voglio essere campanilista, credo che a tutti piaccia avere un'Italia che, se gestita bene, possa dare delle soddisfazioni. Se storicizziamo le produzioni (e magari anche il setup) resta solo il genio tattico (o la sua carenza nell'avversario)

Per il discorso delle fasce, vediamo un po'. Voglio scremare un po' di leggende metropolitane sui tedeschi, sugli americani e anche sugli italiani ;)

Limitandoci al contesto terrestre avremo, grossomodo:

Un tedesco buono (e non ottimo) su certi aspetti, prevalentemente produttivi, anche se la qualità non mancherà.
Gli americani verranno "declassati" a medi, ma con ottima produzione (e relativa sfida logistica associata ;) )
Gli italiani saranno promossi da disastrosi a scarsi :D con produzione altrettanto scarsa.
Gli inglesi saranno medi in battaglia (parlo sempre del contesto terrestre, per le navi conto su un aiutone da parte del gruppo di War at sea ;) ) ma avranno un'industria decente (ma niente di eccezionale, deve poter "soffrire" a causa degli u boot)
I jap avranno unità scarsette (sempre marina e aviazione a parte) ma un'industria decente (sui livelli di quella inglese grosso modo)
I russi avranno unità altrettanto scarsette (magari non tutte) e quì subentra il probelma industria\costo unità\ capacità produttiva\lend lease e via dicendo che per ora avevo tralasciato bellamente con un "ci penserò al momento" :P

Ecco la tabellinen provvisoria. I valori sono ancora inalterati (rapportati 2:1 da quelli di A&A) ma ho cominciato a segnare quelli a cui darei un bonus e un malus, e anche quelli per cui ho dei dubbi (tutta la parte navale e buona parte di quella aerea, e su cui gradirei ragguagli ;) )

Allegato:
Immagine.jpg
Immagine.jpg [ 174.68 KiB | Osservato 1133 volte ]


Naturalmente non è definitiva, anzi, se avete idee e\o suggerimenti, li leggo volentieri :)

_________________
De inimico non loquaris sed cogites.


30 apr 2012, 19:49
Profilo
Mechanized Infantry
Mechanized Infantry
Avatar utente

Iscritto il: 19 mag 2013, 0:48
Messaggi: 128
Messaggio Re: Valori di att\dif su D12 differenziati per nazione
Se ti puo servire, io ho il regolamento di tide of iron, in questo gioco le truppe hanno diversi valori di attacco e di blundatura( se sono mezzi) mentre il concetto di difesa per le truppe terrestri non esiste, dipende dalla casella di terreno, comunque sia ti faccio un esempio.
Un panzer ha un valore di difesa pari a 4 un attacco pari a 6 contro la fanteria e 5 contro un altro mezzo blindato ed un valore di gittata pari a 4 contro la fanteria e 2 contro altri mezzi( i valori non li ho presi dal regolamento perora ti sto solo facendo capire il concetto se serve te li do.)
Invece analizzando un unità di fanteria regolare americana troveremo che ha un valore di attacco e gittata pari a 1 e 4 contro altra fanteria mentre contro mezzi ha un valore di gittata e attacco pari a 1 e 1.
Invece una fanteria regolare tedesca e diversa dalla fanteria americana per valori.
Quindi in questo gioco si calcola sia la nazione di apartenenza e quindi le armi che avevano sia il bersaglio. Spero di esserti stato utile, fammi sapere se ti serve questo manuale, ciao

_________________
Condannatemi, non importa, la storia mi assolverà.


9 giu 2013, 10:21
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010