Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 30 gen 2023, 0:14



Rispondi all’argomento  [ 73 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
 Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale 
Autore Messaggio
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Ciao!
Mi sono permesso di copiare e sistemare il topic identico che era stato creato sul vecchio forum e riportalo qui sul nuovo.
Spero che per moderatori e amministratori non sia un problema questa mia iniziativa... :)
Ho pensato di dividere ogni recensione in un messaggio separato così che chi vuole commentare quel libro possa quotare il singolo messaggio e non tre pagine di commenti (così il topic è più leggibile e pulito a mio parere) ;)
Inoltre ho eliminato alcuni commenti dal topic iniziale lasciando solo le recensioni vere e proprie, dando così spazio a nuovi commenti in questo topic.
Spero di aver fatto cosa gradita a tutti...anche perchè è stata una lavorata!! 8-)
adesso parto con le recensioni, portate pazienza che in 10 minuti le incollo tutte... ;)

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:48
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Mimmo scrive:
Il libro a cui sono più affezionato è "Le battaglie navali del Mediterraneo nella seconda guerra mondiale" di Arrigo Petacco.
L'ho letto la prima volta da bambino, sarò stato se non ricordo male in seconda elementare.
Allora non sapevo quasi niente della guerra, dell'8 settembre, del Fascismo, ecc... però mi innamorai subito delle corazzate e degli incrociatori pesanti di cui provai con la carta carbone a ricopiare i profili schematici che c'erano nel libro.
Avendolo letto da piccolo nomi come Warspite, Ramilies, Matapan, Littorio, Zara, Bande Nere, Montecuccoli, ecc... sono rimasti nel mio immaginario di bambino.
Quando mi sono interessato maggiormente alla storia della Seconda l'ho ripreso e l'ho riletto altre due volte!

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


Ultima modifica di ORSO il 23 mag 2011, 20:49, modificato 1 volta in totale.



23 mag 2011, 20:49
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Romulus scrive:
Il libro che mi è piaciuto di più è "La Campagna di Russia 1941-1944" di Paul Carell in due volumi. La guerra sul fronte russo mi è sempre piaciuta. Non è il primo libro che ho letto al riguardo, ne ho letti anche altri, e non è neanche il migliore libro sulla guerra al fronte russo, però è di piacevole lettura.

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:49
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Sergente nella Neve scrive:
Indubbiamente, il libro che apprezzo di più è "Il sergente nella neve", di Mario Rigoni Stern. Non si tratta di un libro sulle grandi strategie, sulla politica, sulle manovre militari, ma più banalmente dell'esperienza diretta che della guerra ha avuto l'autore, coinvolto in primissima persona nell'allucinante ritirata di Russia della nostra ARMIR.

Come libro sulle strategie, cito il vecchio "Storia Militare della Seconda Guerra Mondiale", di B. H. Liddell Hart, che all'epoca era uno dei massimi esperti di strategia militari e consulente dello stato maggiore britannico. Ha appunto il difetto di essere un (bel) po' datato, ma è abbastanza completo e fornisce una visione d'insieme che altri libri più moderni non riescono a cogliere.

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:50
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Giupmat scrive:
Non avevo ancora postato il "mio" libro perchè non ricordavo il titolo, ma il sergente mi è venuto in soccorso: "Storia Militare della Seconda Guerra Mondiale" è un libro di indubbio fascino, con alcuni passaggio molto riusciti che analizza l'aspetto tattico e logistico del conflitto con metodo e rigore tipici degli storici del secolo scorso. In netto contrasto con libri più recenti sulla WWII lascia poco spazio agli aspetti socio-politici per dare ampio spazio al crudo aspetto militare. Dato per certo che la storia è scritta dai vincitori [della guerra] sono sopportabili nella lettura la visuale anglocentrica, l'eccessiva attenzione dedicata alla campagna d'Africa o il totale disinteresse per l'Italia ed il suo ruolo nel conflitto.
In conclusione si tratta di un bel libro ma certamente non esaustivo e anzi spesso fuorviante per comprendere la realtà della WWII. Segnalo che molti storici autorevoli ed altri autori criticano Lindell Hart per alcune "licenze poetiche" prese a scapito della verità storica e per aver scritto un opera che odora vagamente di propaganda.

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:50
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Dante scrive:
Secondo me i libri che parlano di guerra di autori anglo-sassoni sono i migliori anche se come è stato notato sono parecchio anglo-centrici soprattutto quelli di autori inglesi più che americani. Danno il meglio di sè quando non parlano dell'Inghilterra.
Del resto credo che quasi tutte le nazioni, Italia compresa, facciano qualcosa del genere.
Tanto che in passato mi ridussi a leggere libri di autori svizzeri!
Comunque la storia militare è trattata in modo diverso in Inghilterra rispetto all'Italia. Laggiù esistono innumerevoli librerie militari e le librerie normali hanno una sezione di libri militari. Da noi tabula rasa, credo che esitano 2 librerie militari in tutto il paese (una a Milano ed una a Roma) che vendono al 90% libri in in lingua inglese.
Difatti in Italia non si pubblica nulla e al dilà di qualche vecchio e valido libro (Liddel Hart, Carell) non si trova nulla e non viene tradotto nulla a meno che alla storia militare non sia affiancata la storia di singole persone. Per esempio i libri ci Carrell, pittosto datati, sono stati di recente riediti, mentre non lo è stato di Operazione Barbarossa di Alan Clark che uscì nello stesso periodo ed è molto più valido. Per questo apprezzo la pubblicazione in italiano di opere della Osprey.
Al cinema è uguale, addirittura dei bei film sulla guerra civile americana non sono stati neppure doppiati (Gods and Generals). Tora, Tora, Tora è un vecchio film, che se prodotto ora non avrebbe accesso in Italia, mentre vanno bene film come Pearl Harbour.
Quindi volendo per esempio approfondire le vicende del fronte orientale mi sono dovuto dedicare ad un shopping di libri in lingua inglese (con autori inglesi, americani, tedeschi et.)

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:51
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Littlelong scrive:
a parte il già citatissimo Sergente, mi permetto di suggerire qualcosa di straordinario, a mio avviso: "I leoni morti" di Saint Paulien. Gli ultimi giorni di Berlino vissuti da un volontario della Charlemagne, aneddoti e fatti che si sono conosciuti - al grande pubblico - solo col film "La Caduta"...
Siamo però nel romanzo storico fedele, nella storia come vita vissuta e raccontata. Non è il libro d'un tecnico.
se mi vengono in mente altri, li segnalo...

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:51
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Simone67 scrive:
Ho appena terminato di leggere il libro di James J. Sadkovich "La marina italiana nella seconda guerra mondiale".

http://www.leg.it/editrice/guerre/marina_italiana.htm

Molto interessante, ben documentato e, soprattutto, corraggioso in quanto si pone l'obiettivo di sfatare i soliti "luoghi comuni" sulla condotta della guerra da parte della Regia Marina avallati e reiterati dagli "storici" stranieri (in particolare anglosassoni).

Straconsigliato!

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:52
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Pasha scrive:
Io propongo "A War at Arms" di Weinberg.
Non so se c'è una traduzione in Italiano.
E' un'opera monumentale, di circa 1000 pagine, un resoconto dettagliato su tutta la guerra, cause, svolgimento, conseguenze.

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:52
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Eric scrive:
Navi militari perdute,
in due volumi
Ufficio storico della Marina militare italiana.

Perché...
l'unica spiegazione che mi viene alla mente è che il mio cuore
vaga in fondo al mare.

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:52
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Meteor scrive:
se siete appassionati di aerei vi consiglio:

-Il volo: 100 anni di aviazione (da Lindbergh alla conquista dello spazio)
De agostini

Una vera enciclopedia! C'è tutto, foto schede tecniche ed un'attenta analisi dei progressi aereonautici e delle strategie di combattimento, dalla prima guerra mondiale ai giorni nostri (più di 400 pagine a colori, su un grande formato).

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:53
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Friedmann scrive:

"La seconda guerra mondiale"

Di H.P Willmott, Robin Cross e Charles Messanger.

Un librone con molte foto, cartine e immagini sul secondo conflitto in genrale.

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:53
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
CasearPrinceps scrive:
Rimanendo nell'ambito del romanzo storico, devo ammettere che ho apprezzato più "Centomila gavette di ghiaccio" di Italo Bedeschi, rispetto al "Sergente nella Neve", però i miei preferiti (non guardatemi male ) sono i romanzi di Sven Hassel, specie "Gli sporchi dannati di Cassino", ma mi è piaciuto molto il surreale "Le uova del drago" di Buttafuoco. Andando invece più sull'intellettuale, ho apprezzato per serenità e lucidità i diari di Ernst Jünger.
I Leoni Morti ce l'ho sulla lista degli acquisti

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:54
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Roux scrive:
Leggo libri di storia da circa 20 anni (purtroppo il tempo sta passando). Ritengo che Liddel Hart, con il quale ho iniziato, sia oggi superato dal fatto che l'autore non poteva conoscere la storia di Enigma e Ultra, che è venuta fuori negli anni 70 e che, come sapete, ha modificato le conoscenze sulla II guerra mondiale. Poi mi fa incazzare il modo in cui tratta gli italiani... Oggi leggo soprattutto libri monografici su battaglie (consiglio Cassino di Fred Maidalany e i libri di Antony Beevoor, tipo Stalingrado e Berlino 1945). Non sono daccordo sulla critica agli autori italiani. Ce ne sono di grandi. Forse il più grande rimane Enzo Biagi: la sua enciclopedia in 6 volumi sulla seconda guerra mondiale ritengo che sia la più completa, anche se adesso un pò datata.
E infine sono daccordo sul fatto che tra i romanzi il migliore sia Centomila Gavette di Ghiaccio. Io sono un chirurgo, per cui adoro leggere le storie di Giulio Bedechi... Quando l'anno scorso ricevetti una telefonata dalla Brigata Julia di stanza a Herat, mi sono sentito per un attimo Bedeschi... Ma solo per un attimo.

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:54
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Palvas scrive:
Essendo un grande appassionato di aerei,mi sento di consigliare La grande giostra: non so se sia completamente "veritiero" ,ma è quello che piu mi ha emozionato.Direi consigliatissimo!!! Sullo stesso genere,ma meno "adrenalinico" ho letto anche la biografia di Saburo Sakai.

Poi c'è il libro di Band of Brothers,che ho solo iniziato perchè poi mi ero "rovinato" il libro vedendo la serie tv

Ho anche dei bei "malloppi",come "La guerra nel Pacifico" di Bernard Millot e
Un esercito all'alba. La guerra in Nordafrica 1942-1943 Rick Atkinson.
Purtroppo non ho "retto" a finirli,ma per un appassionato credo siano un punto di riferimento.

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:55
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Littlelong scrive:
Bravo!
Posso aggiungere, perché l'ho appena finito, "I giovani leoni" di Irvin Shaw. Gran libro, molto romanzato, ma un affresco sulla Seconda Guerra vista da un lato e dall'altro ( protagonisti sia tedeschi che americani ) del conflitto. Toccante.
Anch'io ho apprezzato molto "Le uova del drago", seppur non amo particolarmente lo stile barocco del buon Buttafuoco; Sven Hassel, mia pecca, non l'ho mai letto, ma corro a prendere il primo, per come lo recensisce Romulus.
Ora ho aggredito due libri: "Il cavallo rosso" e "Salvate Bormann".
Il secondo è dinamite...

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:55
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Littlelong scrive:
Risposto via pm, ma a beneficio di tutti/ e ( ma ci sono donne in questo forum di aste panate?? ) vi segnalo che ho finito il libro.
Allucinante.
James bond è il nome in codice dell'operazione che ha tratto in salvo Bormann da Berlino; ne era a capo l'autore, seppur di grado inferiore ad un altro agente dei servizi segreti della Marina di Sua Maestà, un certo Ian Fleming.
Caso bizzarro, quest'ultimo diventa famoso come scrittore di romanzi e chiama il suo personaggio come sapete.
Altro particolare agghiacciante: i governi USA ed UK SAPEVANO ANTICIPATAMENTE dell'attacco giapponese a Pearl Harbour, ed hanno acconsentito che l'autore assassinasse TUTTI I MARINAI del sottomarino olandese KVII che diramò la notizia dell'intercettamento della flotta nipponica. (http://www.coone.com/KXVII/tabid/205/Default.aspx )
L'autore si autoaccusa.
Non verrà mai processato per crimini di guerra, naturalmente. Tutto ciò servì per la Vittoria finale.
Bormann è morto di vecchiaia, sembra.

Buona lettura ( per chi riesce a trovare il libro del '96: è esaurito!
)

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:56
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Mendieg scrive:
Ciao,
il libro più bello che abbia mai letto sulla seconda querra mondiale è 10 anni e 20 giorni di Karl Dönitz.
Sono le sue memorie dalla nomina del 35 fino alla firma della resa: è una cronaca, molto spesso brutale, di quella che è stata la sua strategia militare

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:56
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
Littlelong scrive:
Hai ragione, dev'essere molto interessante.
Cmq, so che l'autore è spesso citato a causa dei suoi studi "revisionisti" sull'Olocausto, ma -per chi non avesse avuto l'opportunità- la lettura del tomo ragguardevole de "La Guerra di Hitler" di David Irving è qualcosa di incredibile.
Non solo la capacità narrativa, che ti tiene incollato alle pagine, ma le migliaia di fonti minori, citate da un vero amante della ricerca storica quale Irving è:diari di caporali, mogli di generali, personaggi apparentemente minori che però con il loro contributo aiutano a formarsi un'idea il più completa possibile dei fatti avvenuti...
Un capolavoro.
Duro però, arrivare fino in fondo!!

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:56
Profilo
Submarine
Submarine
Avatar utente

Iscritto il: 1 mar 2011, 14:05
Messaggi: 376
Località: Piacenza
Messaggio Re: Il vostro libro sulla seconda guerra mondiale
JJ scrive:
bella bella questa discussione.
ho letto quasi tutti i libri che citate, dico pero che "i leoni morti " e "salvate borman" mi mancano, vedro' di provvedere
paul carrel è un grande ha scritto anche "Sie commen - arrivano" sull D-Day, il libro sul pacifico di millot me lo bevetti a 50 pagine alla volta, un grande scrittore
allora che aggiungere? difficile dire quale sia il migliore, io ne butto giu alcuni i primi che mi vengono in mente e che non sono stati ancora citati
- le memorie del terzo reich, di Albert speer, credo sia un must per un appassionato del periodo
- la storia dell'atomica tedesca, non ricordo l'autore ma mi sembra inglese, ma parlava di come gli scienziati tedeschi specie il fisico premio nobel eisemberg, abbiano "sabotato" la ricerca tedesca che era molto piu avanti di quel che si pensi
- a chi piacciono i romanzi ambientati nel periodo segnalo "il console", storia ambientata a bologna sul finire del 45 con la linea gotica chestava per crollare con un console della milizia che indagava su un omicidio nle gotterdamerung, non è eccezzionale ma per chi abiata o abitava a bologna si irtrovano tutte le strade e gli ambienti del tempo
- le memorie di frido von senger und etterlin sulla battaglia di cassino
- a chi piace la storia della regia marina non puo non leggere "fucilate gli ammiragli" di gianni rocca, a chi piace la storia navale in genere "la battaglia dell'atlantico", uscito come superbur non ricordo l'autore, lo lessi diversi anni fa
e poi e poi.... mamma mia quanta roba ci sarebbe da dire
comunque io in genere preferisco i libri di autori anglofoni, gli italiani, salvo rare eccezioni (petacco ok ottimi tutti i suoi, l'enciclopedia di enzo biagi fatta a 15-16 anni, aspettavo con ansia il giorno che usciva il nuovo fascicolo) hanno un modo di scrivere troppo pesante e "annoiante", magari sono ottimi libri, ma troppo accademici o di parte

_________________
Il soldato tedesco ha stupito il mondo, il bersagliere italiano ha stupito il soldato tedesco.
Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.


23 mag 2011, 20:57
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 73 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010